Poesia

CARNEVALE LIBERATO

  Brucia nel rogo il mammoccio dell’offesa, Brucia davanti alle scale della chiesa; Alte le fiamme che in piazza divampano, Battono i piedi coloro che danzano; Scorrono fiumi di vino sconsacrato, Sorgenti del carnevale liberato; Lungo le strade si fan grandi parate Di demoni e fate, di persone mascherate! I tamburi battono note tribali Perfette per tali occasioni triviali. Maschere d’ogni specie e d’ogni sorta Alla follia apron liete la porta. Il vescovo viene ridicolizzato Dalla gente del Poggio autoproclamato. […]

Tags:

Poesia

SUL CIGLIO DEL CREPUSCOLO

  Ho visto una rondine e un pipistrello volteggiare insieme al crepuscolo, in quel momento del giorno in cui non è né notte né dì. E, come la luna aspetta il sole per poterlo salutare ancora una volta, prendendosi una tregua dal loro eterno rincorrersi, ti aspetterò anche io in questo indefinito, nel non-tempo sul ciglio del crepuscolo, sospesa tra la vita e la morte, tra la speranza e la disillusione; dove sempre e mai sono la stessa cosa; dove […]

Tags: , , , , , , , , , , ,

Poesia

Ritratto della vergine

Come potrei mai dimenticare quegli occhi, vivi e spendenti, d’un azzurro acceso, come il mio battito, nel osservarlo? Come potrei mai non pensare al rosso, rosso sangue, carico di sensualità, di quelle labbra richiedenti un bacio, emananti l’eros più caldo? Come potrei mai non trovare sublimi i capelli color ebano, irradiante sicurezza, profondità, femminilità irriducibile? Come potrei mai non desiderare di rivedere all’infinito, quelle candide sfumature rosee, di quel corpo, contornato dall’oro di quell’abito, tanto regale, quanto celante? Come potrei […]

Poesia

atmosfera

Il ticchettìo delle pioggia sul tetto, il miagolìo proveniente da fuori, da quelle finestra semiaperta, come la mia mente. Odore di fumo, rumore di chiavi che combattono con la serratura, una soave musica pervadente, pervadente in quella stanza, che è la mia psiche. Acqua uscente dal lavandino, infinitesimale pulsare d’un microcosmo, microcosmo raccolto, profumato, ordinato: è il mio Io.

Poesia

[Fotone]

Nella crisi dei sogni in quelle notti dove non ricordi che cosa fossi… Una volta ero un clown fallocentrico o almeno mi sembravo un personaggio di un circo chiuso in mare aperto dove superficie non c’era. Ero fermo alla ricerca delle mie lacrime perdute …non sapevo da dove nascessero non riuscivo a capirle e a sentire il loro sapore… Una notte mi svegliai dentro una luce troppo forte ed ero un fotone in cerca di quella particella che ho perduto […]

Poesia

[io ti sono contro]

L’aquilone volava alto sopra la città. La mano lo teneva forte forse troppo a volte tirava gli faceva male ma lui continuava ad osservare la città intorno. Correva. Spari. Fumo. Grida.

Tags:

Poesia

Duplicità di un clown

[tema: clown] Pallore vampiresco, limitato e decorato, dal rosso sangue di naso e labbra. Capelli incandescenti, fiamme roventi, che irrompono nel freddo di quel bianco cereo, su un viso ingannevolmente vero. Un sorriso grondante scherno, apologia dell’irriverenza, turbinio esteriore di comiche e buffe movenze, a fronte di una malinconia tutta interiore. Essere schiavi di un ruolo, la putrefazione della normalità, una normalità tiranna. Duplicità tra fossilizzarsi nel riso, e perdersi nel pianto. Portare una maschera, di burla e raccapriccio. Nostalgia […]

Tags: , ,

Poesia

Sogno di mezz’estate (ti ricordi?)

Ti ricordi il bagno Nel greto del fiume essiccato? E i tuffi nei condizionali Che spumeggiavano onnipotenza, Ebbra, tutt’intorno a noi? E di Noi che galleggiavamo Placidi sul nostro passato; Ti ricordi di quelli? E di quel remoto già presente futuro, ora passato, ti ricordi? Ti ricordi com’era caldo, com’era fresco quel giorno?

Poesia

ETERNO ATTENDERE

Eterno attendere un calore, una quiete del desiderio, un gioco, un’evasione. Eterno attendere il sole, l’odore dei boschi, il profumo di mare, la flora e la fauna, l’amore, il sesso, l’avventura, la condivisione. Eterno attendere la rigenerazione, arma speciale per iniziare una nuova storia, storia di routine, di fretta, di alienazione. Ciclico e irrinunciabile anelito; non c’è desiderio senza affanno, non c’è quiete senza desiderio.

Poesia

UN SOFFIO DI EBBREZZA

[tema: il vento] Disteso in un oasi di silenzio, infinite carezze mi sfiorano, incandescenti come lapilli, ma soffici e docili, materne. Non più io, ma infinite vibrazioni e memorie, il mio corpo: carne e sangue che evaporano! Un’estasi dei sensi, data da un soffio di ebbrezza.