Blog

Calcio, razzismo e xenofobia: ora anche basta?

Pubblicato il 14 Luglio

Scritto da

Avrei voluto lasciare la politica fuori da questi pezzi per il blog dedicati al mondiale, ma è evidente che la degradazione della società civile italiana non me lo consente.

Domani si giocherà un splendida finale inedita  Francia Croazia e qualcuno appartenente alla generazione delle tre “i” ovvero imbecilli, ignoranti e incompetenti (tutte qualità diventate quasi necessarie per  apparire in tv o sui mass media che contano) ha avutola geniale idea di metterla sul piano della “purezza etnica” croata contro “il meticciato” francese. Ovviamente tifando per la prima contro l’invasione di clandestini nel nostro territorio etc etc.

Non linko i vari i-i-i  perché non meritano un click in più ma tanto basta che abbiate un’amico analfabeta funzionale su facebook e vi arriveranno nei prossimi mesi le notifiche.

La “i” che prevale sulle altre due in questo caso è quella dell’ignoranza ( a meno che non ci sia la malafede dietro, ma lasciamo perdere quest’ipotesi).

A parte il fatto che le terre croate-serbe-bosniache da secoli sono state un melting pot di fusione di etnie (sassoni, slavi, nordici, italici, turchi e islamici e sicuramente anche qualche contaminazione con i mongoli di Khan) e che quindi parlare di “purezza della razza croata” può essere fatto solo da un ignorante storico (per di più irresponsabile , e siamo a quattro “i” significative,  visto la storia recente balcanica che dovrebbe impedire a ogni uomo di buon senso di pronunciare la parola razza in quella situazione), l’ignoranza deve estendersi per forza anche al settore scientifico.

Da decenni infatti si sa che le razze umane biologicamente non esistono e che tutti noi siamo la provenienza di centinaia di contributi di zone del mondo diverse, cosa che fa puntualmente sgranare gli occhi ai razzisti che si fanno l’esame del DNA.  Insomma basta che pensiate che se OGNI essere umano di base al 99,8% di Dna uguale a quello dello scimpanzé, quale mai grande differenza potrà esserci fra Pogbà e Mandzukic? Anzi, sicuramente, se prendessimo in esame tutti i loro codici genetici scopriremmo che molti giocatori croati hanno più in comune con i “colored” francesi che con i loro compagni di squadra bianchi.*

Ad ogni modo sarebbe davvero ora che questi cialtroni i-i-i+i venissero banditi dai mass  media e cacciati a sonore pedate nel sedere quando ripropongono queste vergognose teorie, altrimenti poi è facile dare la colpa ai tifosi fascisti della Lazio.

Francia – Croazia. Godetevela ed evolvetevi, cazzo.

 

*Leggere per approfondimenti: G. Barbujanni: “Sono razzista ma sto cercando di smettere” e “Gli africani siamo noi”

Author